Inserisci USERNAME o E-MAIL

Come siamo finiti in questo caos finanziario?

da / Pubblicato in Blog, Economia

Nota: questo articolo è una rivisitazione di un articolo pubblicato sul sito Richdad.com

Nel 1910, sette uomini organizzano un incontro segreto nelle Jekyll Island di fronte alla costa della Georgia. Si stima che quegli uomini rappresentassero un sesto della ricchezza mondiale. Sei erano americani in rappresentanza di J.P. Morgan, John D. Rickefeller, e del governo degli Stati Uniti. Uno era un europeo in rappresentanza dei Rothschild e dei Warburgs.

Nel 1913, viene creata la Banca Centrale degli Stati Uniti, la Federal Reserve Bank, come diretto risultato di quell’incontro. Questa entità cui ci riferiamo comunemente come Fed, ha il controllo sul sistema bancario e l’offerta di moneta negli Stati Uniti.

Nel 1944, un incontro a Bretton Woods, N.H., porta alla creazione del Fondo Monetario Internazionale e della Banca Mondiale. Mentre gli obiettivi ufficiali di queste due nuove organizzazioni inizialmente sembravano ammirabili, FMI e WB hanno in realtà lo scopo di divenire per il mondo ciò che la Fed è per gli Stati Uniti.

Nel 1971, il Presidente Richard Nixon firma un ordine esecutivo dichiarando che gli Stati Uniti non hanno più l’obbligo di redimere i dollari di carta con oro. Con questo passo, la prima fase dell’assorbimento del sistema bancario mondiale e del monopolio dell’offerta di moneta è completa.

Nel 2008, il mondo vive un collasso economico. I ricchi diventano sempre più ricchi, ma la maggior parte delle persone diventano più povere. Molti dei nostri problemi economici sono direttamente legati a questi incontro che ha avuto luogo decenni fa.
 

Potere e Dominio

Alcune persone dicono che questi eventi siano parte di una grande cospirazione, e potrebbe essere vero. Personalmente tendo a non concepire possibili fantasiose cospirazioni mondiali, ma non voglio partecipare a questo dibattito: è una perdita di tempo.
La vera lotta è quella per il potere e il dominio e l’unica cosa che mi interessa è sapere come evitare di diventarne una vittima. Non vedo ragione per cui un topolino dovrebbe provare a fermare una lotta tra elefanti.

Le persone che oggi soffrono economicamente per le tasse, i prezzi della benzina alle stelle, la recessione, la perdita di lavoro, il declino del valore delle proprietà, bancarotte diffuse e fallimenti aziendali, risparmi spazzati via e inflazione sono vittime di questa lotta.

Possiamo prendere ad esempio lo Zimbabwe di Robert Mugabe. Ciò che Mugabe ha fatto con lo Zwimbabwe, la Fed e il Fondo Monetario Internazionale stanno facendo con il mondo. L’iperinflazione dello Zwimbabwe è stata la conseguenza diretta di una lotta di potere andata fuori controllo.
 

Molti Problemi, Poche Soluzioni

Il primo problema è che la Fed, la World Bank e il Fondo Monetario Internazionale possono creare moneta dal nulla. Ecco la causa principale dell’inflazione nel mondo. E l’inflazione comporta un aumento dei prezzi che in sostanza distrugge i risparmi frutto del nostro duro lavoro.

Per esempio il prezzo del petrolio aumenta perché, svalutandosi la moneta, ci vogliono sempre più soldi per comprarne la stessa quantità. Non per altre ragioni.

Il secondo problema è che le crisi economiche stanno diventando sempre più grandi. Ad ogni crisi finanziaria si è risposto con ulteriore stampa di denaro, senza cercare una soluzione definitiva che andasse a minare la cause del problema. E come accade per le bugie che più si va avanti a difenderle e più diventano grosse e sempre meno sostenibili, così il sistema economico è tenuto in vita ogni volta con iniezione di droga monetaria. Si evita il problema temporaneamente, con il risultato di un peggioramento della situazione.

Negli anni ’70 avevamo un problema di milioni di dollari. Negli anni ’80 un problema di miliardi di dollari. Oggi abbiamo un problema di migliaia di miliardi di dollari. E la risposta è sempre la stessa: stampar moneta dal nulla.

Il terzo problema è che mentre nel 1913 la Fed andò in aiuto di solo alcune tra le maggiori banche commerciali americane, dopo il ’44 FMI e WB sono intervenute in aiuto di intere nazioni del terzo mondo. Nel 2008 sono state salvate banche d’investimento e agenzie semi-governative.
Nel giro di pochi decenni dovrà intervenire in salvataggio dell’intero governo americano.

Quindi indipendentemente da quanti beni e servizi il mercato sarà in grado di produrre ed offrire i prezzi continueranno a salire perché l’offerta di moneta sarà tale da portare ad una totale svalutazione del dollaro. In questo sistema, per essere vittoriosi bisogna trovare il modo di evitare che questa svalutazione mangi i nostri risparmi. E il modo migliore per farlo è l’oro.

Lascia un Commento

TOP