Inserisci USERNAME o E-MAIL

Cosa Fare Prima di Lasciare il Lavoro

da / Pubblicato in Basi del Denaro, Blog

Ci sono tante persone che sognano e aspirano a fare il grande passo: lasciare il proprio posto di lavoro per fare ciò che più gli piace. Basta con il lavoro di routine, senza mete e soddisfazioni, chi conosce la strada per la libertà finanziaria ha ben chiaro quale sarebbe la loro condizione ideale.

Tuttavia tra i sogni e la realtà c’è un vero e proprio mare e non lo dico per scoraggiare nessuno anzi tutt’altro, voglio spiegarti qual è l’ostacolo maggiore che incontrano tante persone che li rende non in condizione di poter continuare per la strada verso la libertà finanziaria.

Qual è il problema?

Il fatto che queste attività sono legate alla tua performance, a quello che fai, non ti danno uno stipendio fisso. Per questo motivo hai bisogno di tempo per imparare la nuova attività, farla crescere e poi prenderne i profitti.
Esempio 1: Comincio a fare trading.
All’inizio farò degli errori, passerà del tempo prima che riesca a tirar fuori dei guadagni costanti dal mercato.
Esempio 2: Avvio un’azienda.
All’inizio ho dei costi e poi mi devo far conoscere dai miei potenziali clienti. Passerà del tempo prima che io possa ottenere dei profitti.
Esempio 3: Voglio investire in Immobili.
Per portare a termine un’operazione immobiliare servono dei mesi di solito per trovare il giusto affare nel mercato e poi trovare un compratore per lo stesso. Per non parlare del fatto che potrebbe essere necessario anche fare dei lavori.

Serve tempo in cambio di guadagno potenziale

Il vantaggio di avviare questo tipo di iniziative è che potenzialmente si può guadagnare molto, sia in termini monetari, ma soprattutto in termini di tempo, potrai guadagnare denaro senza impiegare il tuo tempo!

L’errore più grave che si possa fare

Succede spesso che la gente molli immediatamente il proprio lavoro e cominci a buttarsi in un’iniziativa nuova per crearsi entrate automatiche. Che sia un business, il trading, gli immobili o qualsiasi altra attività è sempre la stessa storia.
La gente li approccia come se fossero lavori tradizionali e ha quindi l’obiettivo (e la pretesa) di riuscire immediatamente a guadagnare quello che guadagnava prima con il proprio lavoro, solo che adesso vuole farlo con un’attività che gli piace di più.

Cosa succede nella realtà?

Molli il tuo lavoro e ora ti trovi in una condizione in cui non hai entrate. Tutto dipende dall’esito della nuova attività o dai risultati del tuo trading o investimenti. Passano i primi mesi e i risultati ancora non arrivano. Il tuo conto in banca comincia ad asciugarsi e i familiari fanno pressione perché non hai un lavoro vero. Inizi a dubitare di quello che stai facendo e ti chiedi se davvero stai facendo la cosa giusta. La tua decisione vacilla e cominci a pensare che poi alla fine il tuo lavoro non era poi male, alla fine avevi il tuo stipendio fisso e “sicuro”.
Però tu vuoi provare a te stesso che quello che hai avviato è la scelta giusta e vuoi dei risultati adesso! Allora fai delle azioni affrettate per produrre risultati veloci. Ovviamente le azioni affrettate non le hai ponderate bene, perdi anche dei soldi e questa è la mazzata definitiva e concludi che questa strada non è per te. Con il morale sotto le scarpe e sconfitto torni a fare quello che facevi prima con i parenti intorno che ti dicono: “te l’avevamo detto…”.

Come fare perchè ciò non succeda?

Se vuoi seriamente intraprendere questa strada perchè hai capito gli enormi vantaggi che può dare, accetta il consiglio: NON lasciare il tuo lavoro immediatamente o comunque NON fare in modo che la nuova attività di trading, investimenti o imprenditoriale sia la tua unica fonte di entrata iniziale.
L’ideale sarebbe avere una fonte di entrata che ti permetta di avere un po’ di tempo per avviare il tuo business o la tua attività di investitore o trader part-time.

Quando poi il tuo percorso verso la libertà finanziaria sarà avviato e comincerai ad avere delle entrate passive da business o investimenti sufficienti, allora potrai decidere di lasciare il tuo lavoro. Non prima, non fare quest’errore perché le tue probabilità di successo diminuiscono.
Devi avere del margine per poterti permettere di far funzionare i tuoi progetti senza avere la pressione di dover guadagnare subito per sostenere le spese che hai (affitto, cibo, ecc).

Il messaggio quindi è: se stai iniziando adesso a crearti entrate passive, inizia part-time. Mantieni un’entrata da lavoro per non avere la pressione di ottenere risultati subito. Solo quando avrai abbastanza entrate passive potrai lasciare il tuo lavoro.

5 Commenti to “Cosa Fare Prima di Lasciare il Lavoro”

  1. Calvenz says : Rispondi

    ottimo consiglio, ma con i mercati odierni mi sono azzerato il conto, ma il bello è che non ti rassegni e continui fino a quando veramente vai a zero

    • ClasseQuattro says : Rispondi

      Ciao Calvenz,

      Grazie per il tuo esempio. Come vedi ti manca ancora un po’ di esperienza per diventare un trader, dovresti imparare meglio a gestire il rischio. Cerca di aumentare le tue conoscenze in questo campo. Se hai un’entrata da lavoro in questo periodo potrai continuare a migliorare nel trading, se è questa la tua passione. E il trading, quando diventi bravo, ha sicuramente delle ottime potenzialità.

  2. Claudio says : Rispondi

    trovo giusto quanto è scritto nell’articolo. se possibile crearsi un po di risparmio tutti i mesi, se si lavora full-time, oppure iniziare a occuparsi di una nuova attività, facendo il lavoro principale a orario ridotto.

  3. Max_2k7 says : Rispondi

    ahahah … magico : quattro libri di R.K. riassunti in poche righe !!!
    complimenti Ragazzacci

    • ClasseQuattro says : Rispondi

      Ciao Max_2k7,

      Non abbiamo mai nascosto la stima per Kiyosaki, vedo che sei un estimatore anche tu.. Ottimo!
      Non sai quanta gente purtroppo si butta a capofitto nella nuova avventura, ecco quindi che è importante spiegarlo.
      Hai messo già in pratica questo consiglio?

Lascia un Commento

TOP