Inserisci USERNAME o E-MAIL

Cosa ferma una persona nella libertà finanziaria?

da / Pubblicato in Basi del Denaro, Blog

In questo periodo sto leggendo molto, alterno sempre periodi in cui lavoro e faccio tante cose e azioni pratiche a momenti in cui mi fermo e leggo. Questo è importante per me perchè mi sento come se arrivassi ad un punto in cui so quello che devo sapere e ora ho altre domande, altre esigenze e nuovi scopi.

Vi dico questo perchè ultimamente mi capita spesso di riflettere sul cosa spinge le persone a fare azioni, a migliorarsi, qual è il loro scopo. Ovviamente penso non in un’ottica filosofica, ma penso in un’ottica pratica per capire come noi possiamo aiutare le persone che ci seguono e che si avviano nella strada del miglioramento della propria condizione finanziaria ad ottenere dei risultati. Questa è la domanda che mi pongo e sto ricercando una risposta in quello che leggo.

Il dato di fatto è che tante persone dopo aver fatto un nostro corso continuano a mettere in pratica quanto imparato, altri invece mollano. Ovviamente mi chiedo il perchè di questo. Cosa ferma una persona che è in possesso della conoscenza per migliorare la propria condizione finanziaria a rimanere nella stessa condizione? Perchè si accontenta di quello che ha?

Ovviamente dover imparare a fare qualcosa di nuovo, mettersi in gioco, rischiare, impiegare del tempo per un qualcosa che non si ha la certezza che porti ad un risultato è impegnativo. Tutto questo è stressante ed impegnativo. Non è da tutti, vero?

Lo stato di necessità

Tuttavia c’è un punto su cui riflettere: quando l’uomo si trova in una condizione di estrema necessità, è capace di trovare risorse impensabili. Pensa al caso estremo di quando una persona si perde nel deserto: cercherà con tutte le sue forze di sopravvivere, cercherà l’acqua da tutti i piccoli arbusti che trova. In condizioni di estrema emergenza si sente anche di gente che ha bevuto la propria urina! Questo per dire che l’uomo è in grado di spingersi molto in là quando è in uno stato di necessità.

Allo stesso modo quando uno perde il lavoro e si trova senza soldi sarà disposto a fare di tutto, anche i lavori più umili per cercare di portare a casa qualche soldo per sopravvivere, vero?

Quando sento di persone che perdono il lavoro e si lamentano, mi dispiace per loro, ma se non le vedo fare nulla per cambiare la loro situazione, allora penso che non hanno raggiunto lo stato di necessità che li spingerebbe a fare davvero qualcosa.

E’ un po’ come la situazione economica e delle tasse in Italia. Tutto sta peggiorando gradualmente, ogni giorno arriva una tassa nuova, un ulteriore taglio, un altro incremento di prezzo. La gente si lamenta ma poi non fa molto. Perché? Perchè in realtà la maggior parte delle persone vive ancora abbastanza bene, va ancora a fare la propria vacanzina, va ancora al bar con gli amici, fa ancora praticamente tutto quello che faceva prima.

Quando si arriverà a toccare il vero stato di emergenza, allora vedremo lo piazze piene e la protesta vera, ora no, è troppo presto, la maggior parte della gente sta abbastanza bene.

Perchè aspettare di toccare il fondo?

Quindi mi chiedo: ma perchè una persona deve aspettare di trovarsi in una condizione di emergenza per fare qualcosa? Per trovare delle risorse per migliorare la proria condizione economica? La risposta è che non deve aspettare. Io per fortuna l’ho capito da diverso tempo, in tanti altri l’hanno capito.

L’energie e le risorse ce le abbiamo, si tratta solo di tirarle fuori prima di toccare il fondo quando si è obbligati a fare qualcosa, ma farlo perché si vuole.

Sarai più impegnato? Sì.
Sarai messo alla prova? Sì.
Sarà meno rilassante che stare davanti alla TV la sera? Sì.
….
Sarai più soddisfatto alla fine? Sì!
Avrai migliorato la tua condizione alla fine? Sì!

Conclusioni

Le persone che raggiungono la libertà finanziaria sono quelle che sono in grado di essere operative, di impegnarsi verso un obiettivo senza aspettare di essere obbligati a farlo, ma perchè lo vogliono, hanno come obiettivo quello di stare finanziariamente meglio.

Queste sono il tipo di persone che di solito partecipano al Genio del Denaro che costituisce il punto di partenza per molti che vogliono intraprendere questo percorso.

12 Commenti to “Cosa ferma una persona nella libertà finanziaria?”

  1. La “libertà finanziaria” non esiste. Chi ce l’ha non si accorge di averla poichè è libero (appunto) . Tutti gli altri sono schiavi del cercarla e poi del mantenerla; e se sei schiavo non puoi essere libero.

    • ClasseQuattro says : Rispondi

      Sicuramente ci sono vari livelli di miglioramente finanziario. C’è chi si riesce a crearsi un’entrata aggiuntiva, chi sostituisce l’entrata di prima da lavoro con un’entrata su cui ha più controllo, chi arriva a guadagnare molto di più di prima e chi si diventa finanziariamente libero. Questi ultimi che hanno raggiunto un livello tale da essere finanziariamente liberi, non continuano ad essere operativi perchè schiavi nel mantenere ciò che hanno, ma in realtà chi capisce come funziona “il gioco” della vita, di sicuro non smette di giocare sul più bello andando a ritirarsi in qualche posto tropicale. Si annoierebbe! Quindi chi è libero finanziarimamente continua a giocare, solo che lo fa per raggiungere scopi più grossi, il più delle volte non monetari.

      • Miglioramento finanziario è un’altra definizione completamente vuota. Si migliora cambiando lavoro o lavorando meglio, non di certo perdendosi nell’usare la parola “finanziario” come appendice di qualsiasi definizione che deve diventare accattivante.

        Se proprio vogliamo trovare un significato alla definizione “libertà finanziaria” (che di per se non ne ha) allora diventa sinonimo di “non aver bisogno di guadagnarsi il denaro”, oppure: “non aver limiti nella spesa”, oppure ancora: “quando possiedo e guadagno mi basta, mi accontento”.

        I primi due casi sono raggiungibili solo per una porzione *estremamente* minoritaria di persone. Il dato è confermato da tutte le teorie economiche e matematiche e di buon senso della terra.

        Tutti gli altri, i cosiddetti “arricchiti” continueranno a pensare da poveri poichè quella è la loro condizione naturale. Continueranno a pesare ogni spesa e non saranno mai veramente liberi.

        Se esistesse, la libertà finanziaria sarebbe il non aver mai bisogno di pensare a questa definizione.

        • ClasseQuattro says : Rispondi

          Ciao Bruce,

          Qui su Classe Quattro cerchiamo di spiegare determinati concetti per aiutare la gente ad acquisire anche un punto di vista, diverso da quello che solitamente ci viene insegnato, e nuove informazioni per prendere delle decisioni in materia di investimenti, business e denaro.

          Per farlo dobbiamo usare un linguaggio comprensibile a tutti e quindi i termini “libertà finanziaria” o simili sono i termini solitamente usati in questo ambito e accettati comunemente.
          Poi possiamo star qui dei giorni a fare i puristi linguistici, ma vale davvero la pena?

          I concetti di “libertà finanziaria” o come li vuoi chiamare sono concetti molto semplici per alcuni e totalmente ignoti per altri. Il nostro ruolo è quello di espandere quindi la conoscenza di chi vuole approfondire questi argomenti e aiutare queste persone a mettere in pratica questi insegnamenti.

          Sta andando molto bene e tante persone che ci seguono hanno cominciato ad avviare nuovi progetti o ad acquisire nuove conoscenze e ad ottenere risultati e questo per noi e molto bello.

          Tu cosa fai di bello nella tua vita?

          • Ricerca e sviluppo in informatica.

            Ho assistito al fallimento di migliaia di persone alla ricerca della “libertà finanziaria”, la maggior parte delle quali bruciava risorse accantonate dalla propria famiglia nel tempo alla ricerca di capacità per cui non era portato.
            Se dovessi fare una proporzione direi che il 997/1000 finiscono in nulla (sia che abbiano fatto formazione, sia che no).

            Non c’è soluzione tecnologica (o corso di formazione) che possano portare attitudine a chi non ne ha. In compenso le risorse accantonate dalle famiglie alle loro spalle passano di mano o vengono bruciate.

            Io non vi conosco, ma so per certo che “libertà finanziaria” è un termine inventato in sostituzione di “diventare ricchi”, poiché quest’ultimo si è “bruciato” nel tempo, sia per motivi di cultura generale nella società (che è cresciuta di livello) sia per le attività a cui era associato (truffe).

            Serviva un’altra parola e l’hanno inventata. Quando sarà bruciata anche questa se ne inventerà un’altra, ma la sostanza non cambia. I corsi a cui ho partecipato per migliorare le capacità di fare impresa non parlano MAI di finanza in modo diretto. E’ anche una questione di stile e di target a cui ci si rivolge.

          • ClasseQuattro says :

            Sai, tutte le conoscenze vengono trasmesse, anche la tua attività l’avrai imparata da qualcuno. E perchè hai deciso proprio di buttarti nel campo dell’informatica?
            Immagino perché sarai stato interessato all’argomento, hai voluto impararlo e farne una professione, giusto?

            Allo stesso modo una persona può essere interessata ad altri argomenti come il trading, gli investimenti immobiliari o il business. Questo sono gli argomenti di cui ci occupiamo noi e lo facciamo con successo. Se non ci conosci forse è meglio non fare di tutta l’erba un fascio, non credi?

            Anche perchè il nostro compito non è quello di forzare le persone a fare un qualcosa per cui non sono portati come hai scritto tu, ma è quello di espandere il raggio di conoscenza delle persone e il punto di vista delle persone in queste materie e, se si scoprono portate o interessate, possono intraprendere con noi un percorso di apprendimento.

            Questo percorso è fatto di step in cui le persone vengono messe al corrente di quello che fanno, di come proteggersi dai rischi e vengono seguite mentre imparano.

            Il messaggio che diamo non è mai: fai un corso con noi così diventi ricco. Il messaggio è sempre: impara come si fa, così puoi allenarti e pian piano ottenere dei risultati.

            I risultati poi dipendono dalle persone: c’è chi diventa un super in quella cosa, chi ha discreti risultati e chi non ce la fa. Il successo o il fallimento tuttavia, credimi perchè abbiamo visto molte più persone di te avventurarsi nella strada della libertà finanziaria, è dovuto al commettere o non commettere errori grossolani che la gente normalmente fa. Per esempio il più comune è quello di lasciare tutto e buttarsi nella creazione di un nuovo business da zero o fare il trader da zero senza avere nessuna entrata.

            Praticamente tutto è insegnabile. Poi ci sarà chi ha più istinto e chi meno, chi è più portato e chi meno.

            Però la cosa più tremenda è quella di dire a priori ad una persona nella vita: “non farlo, tu non ce la puoi fare”. E’ tremendo perchè non è vero. E purtroppo succede molto spesso nella nostra società.

            Se sai come si fa ci puoi riuscire, questo è il messaggio che è importante dare, ma non solo da parte nostra, nella vita in generale.

    • Edoardo says : Rispondi

      Meglio schiavi finanziariamente liberi e che non… :)

  2. Max says : Rispondi

    Bell’articolo Davide, come sempre :)
    Condivido pienamente le tue osservazioni e aggiungerei anche che il fatto di sapere che altre persone hanno problemi economici simili ai propri, fa sembrare la situazione che stanno vivendo come un qualcosa di “normale” e più grande di loro: mal comune, mezzo gaudio!
    Inoltre c’è un problema culturale di fondo che solo con corsi come il vostro Genio del Denaro (al quale ho partecipato, per quello ne parlo bene) si può cambiare da una mentalità apatica ad una vincente.
    Se non si hanno sufficienti conoscenze, difficilmente si esce da un problema e le cose che spigate al corso la moltitudine delle persone non le conosce.

    • ClasseQuattro says : Rispondi

      Grande Max e grazie per la condivisione della tua esperienza. Ti rinnovo qui un “in bocca al lupo” per il tuo nuovo progetto di business che stai avviando.

      • Max says : Rispondi

        Se funzionerà (e funzionerà :) ) il mio progetto online, sarà dovuto in gran parte alle cose che mi avete insegnato nei vostri corsi. :)

Lascia un Commento

TOP