Inserisci USERNAME o E-MAIL

I 10 paradossi dell’Eurozona

da / Pubblicato in Blog, Economia

Ho trovato un bell’articolo sul Sole 24 Ore che dà qualche spunto di riflessione sulla situazione in cui ci troviamo con l’Eurozona. Ci sono tantissimi aspetti negativi in questa crisi come lo spread alle stelle, la situazione del debito che ci ta sommergendo e un Euro sempre più debole. Tuttavia in questo clima nero non tutto quadra, ci sono alcune situazione abbastanza inspiegabili che costituiscono dei veri e propri paradossi.

Sotto riporto solo i punti evidenziati nell’articolo che possono essere degli spunti di riflessione da commentare qui sotto se volete. Se invece volete leggere tutto l’articolo, questo è il link.

I 10 paradossi:
1) L’euro crollerà? E allora perché il Bund sprizza salute?
2) Spread su, Borse giù ma l’euro tiene
3) Davvero in 15 mesi è cambiata la storia dell’Italia?
4) L’Irlanda (salvata) sottrae imprese alla concorrenza
5) La Bce è l’unica tra le big che non può stampare moneta
6) Euribor basso e manipolato?
7) Stati Uniti e Inghilterra hanno un deficit/Pil simile alla Grecia
8 ) Le banche italiane valgono meno di McDonald’s
9) Indici di Borsa oscillano ormai come titoli derivati
10) Derivati ben oltre i livelli della crisi subprime

Mi piacerebbe sapere le vostre opinioni in merito qui sotto nei commenti.

9 Commenti to “I 10 paradossi dell’Eurozona”

  1. antonio says : Rispondi

    piu che parlare di paradossi che tra l’altro sono enormi vorrei dire che fino a quando si permettera alla germania di decidere su chi e come fare i compiti a casa mentre loro tra differenziale e robe varie stanno guadagnando miliardi non se ne uscira.al momento secondo il mio modesto parere fino a quando non daranno tutti i veri poteri dell’economia compreso l’emissione della moneta non si arrivera da nessuna parte.a questo va aggiunto che solo un europa politicamente forte e coesa puo mettere fine aquanto sta accadendo

  2. Nanulaluciano says : Rispondi

    Francamente non capisco nulla di politica e non so fino a quando staremo con le pezze al culo.Sono uno tra i tanti coglioni che pagano tutto e continueranno a pagare tutto per mantenere in piedi quei gran figli di puttana magnacci che si fottono i nostri soldi senza fare nulla per un Paese che pian piano sta affondando nella merda. Scusate la mia opinione espressa in italiano incazzzzzato,ma vedo tutto nero.

  3. Alessio Lobina says : Rispondi

    Un saluto da Alessio Lobina allo staff di classe quattro che seguo da diversi mesi con tanto entusiasmo,mediante i vostri webinar , vi faccio i complimenti per il benessere finanziario che divulgate a chi vuole migliorarsi, ma sopratutto a chi vuole trovare delle soluzioni intelligenti per far fronte a questa situazione economica ,creata a tavolino dal nulla dai grossi banchieri che detengono il potere di poter stampare moneta a proprio piacimento.

    Tornando ai paradossi, vorrei mettere all’attenzione il fatto che:

    a) se dovesse crollare l’euro tornando alla lira, non è detto che i prezzi di consumo dei beni ritornino come prima senza avere una tutela da parte degli organi competenti(senza un controllo per esempio..potrebbe capitare di acquistare un kg di pane a 6000 lire o più) …..dobbiamo riprenderci la nostra sovranità come scrive Antonio nel post precedente il mio, solo così l’economia di uno stato potrà riprendersi, dove è lo Stato Italiano che stampa moneta/banconota e non come oggi la BCE con i suoi lauti interessi.

    b) se invece l’euro non crollerà,inevitabilmente saremmo maggiormente aggrediti da una inflazione galoppante con una perdita vistosa del potere d’acquisto nel giro di pochi anni….servirà solo ad ingrassare ancor di più i banchieri.

    PS. oggi mi sono messo a scrivere perchè ritengo fondamentale grazie alla rete,il poter comunicare e scambiare le proprie conoscenze e competenze con le persone che vogliono raggiungere la libertà finanziaria, anche perchè mi sento preso in giro nel momento in cui gli organi di informazione ci dicono che uno stato fallisce…il tutto molto ridicolo perchè solo le società falliscono e non il cittadino/individuo che rappresenta lo stato dove vive.
    In ogni caso sono fiducioso perchè noi italiani siamo creativi e riusciamo sempre a trovare delle soluzioni vincenti….io mi ritrovo tra quelli

    un cordiale saluto da Alessio Lobina, ci vedremmo presto a Milano

  4. Pierix says : Rispondi

    Molto semplice chi ha causato la crisi continua ad arricchirsi succhiando fino all’ultima goccia il sangue di tutti quelli che non sono ricchi poi dopo il mondo è nelle loro mani e nessuno fa niente perchè chi potrebbe fare è d’accordo con chi ha causato la crisi e infatti basta guardare i politici nemmeno un centesimo si sono tolti e mai se li toglieranno e noi come pecore non facciamo niente dobbiamo svegliarci o questi ci tolgono anche l’ultima goccia di dignità non guardano in faccia a nessuno proteggono solo chi a soldi.

    • Italialifewave says : Rispondi

      Basta trovare un nuovo mezzo per fare gli scambi.Oramai i soldi cartacei li stampano solo loro e neanche li vediamo piu perche sono virtuali.
      Diamo valore a qualcosa di diverso e poi per convenzione accettiamola in gruppo.
      Se vi piace potremmo dare valore alla Credibilità tra persone.
      Io ad esempio sto usando molto il baratto …..ma insieme possiamo fare molto meglio

  5. Buon giorno,
    avevo già un età per capire l’inflazione.
    Ho provato il significato: spendere per non vedere il denaro guadanato andare in fumo.
    Mi sembra di rivedere la situazione Jugoslava. I commercianti,prima di aprire il negozio
    telefonavano in banca per sapere il cambio lira-dinaro e prima della chiusura, ore 13,
    richiamavano per il pomeriggio.Poi …….è storia.
    Secondo mè, la storia si ripete.

  6. Claudio says : Rispondi

    E’ tutto pilotato per impoverire le popolazioni e prendere il comando dell’Europa.

  7. Gusla5960 says : Rispondi

    Ciao,

    sai che io sono molto schietto, questo caos non è solo europeo. Gli Usa hanno 56 trilioni di debito pubblico : http://www.forexpros.it/analysis/usd-valuta-rifugio-%20-12860 ma sembra che la colpa sia solo Europea….

    Come sempre le Banche giocano insieme a politici e non un ruolo di primaria importanza ed il caos regna sovrano.

    Per fortuna che è arrivato ” tra Monti e valli d’or….” che ha risolto ogni cosa…..

    Sapete ciò che diceva Totò?? Ma mi faccia il piacere.

    Saluti.

    Guido

  8. ClasseQuattro says : Rispondi

    Vedo che siete tutti abbastanza incavolati con chi ha causato la crisi (giustamente). Vi piacerà il prossimo articolo di Riecho sulla BCE allora e anche lì ci terremo a leggere i vostri commenti.
    Una domanda sui commenti di questo articolo: ok, siamo tutti incavolati per la crisi, ma come ne usciamo secondo voi? Aspettando che il governo o qualcun altro faccia qualcosa?

Lascia un Commento

TOP