Inserisci USERNAME o E-MAIL

Il Valore del Risparmio

da / Pubblicato in Basi del Denaro, Blog

Ci sono 3 aree che vengono nominate spesso in Classe Quattro che sono quelle in cui una persona deve concentrarsi per migliorare la propria condizione economica e raggiungere la libertà finanziaria:
1) Creare denaro
2) Gestirlo
3) Proteggerlo

Al punto 2 quando parliamo di gestirlo, di solito intendiamo il fatto di investire in modo da far fruttare il nostro patrimonio al meglio. Tuttavia fino ad ora non abbiamo ancora accennato ad un altro aspetto importantissimo di questo punto: il Risparmio.

 

Spendere più di quanto si ha

Sì perché tanta gente è in grado di guadagnare ma poi sperpera in sciocchezze tutto ciò che ha accumulato. Se manca il risparmio (nel senso di spendere sistematicamente meno di quello che si guadagna) si può anche arrivare a situazioni paradossali.

Mi vengono subito alla mente i casi più o meno clamorosi di persone famose che hanno guadagnato cifre impensabili per i comuni mortali eppure hanno dovuto mettere all’asta i loro beni o si sono ritrovate in bancarotta (te ne cito solo alcuni: Nicolas Cage, Michael Jackson che alla sua morte lasciò debiti per 400 milioni di dollari, Burt Reynolds, Don Johnson, Gary Coleman – l’Arnold del famoso telefilm – Mickey Rooney, Mike Tyson… per arrivare ai nostri Lele Mora, Melissa P., Loredana Bertè, ecc…).

Ecco che quindi stiamo parlando di uno step indispensabile per arrivare alla libertà finanziaria e poterne quindi raccoglierne tutti i suoi frutti (libertà di scegliere quanto e come lavorare, scegliere di fare ciò che veramente ci piace, avere più tempo per famigliari e amici, possibilità economiche per viaggiare, togliersi alcuni sfizi, ecc…).

 

Crollo del Risparmio

Purtroppo il tema è di altissima attualità: i dati macroeconomici italiani (ma in realtà questo riguarda tutti i Paesi occidentali) ci dicono “Boom di debiti e crollo del risparmio”.
In seguito alla crisi che tutt’ora perdura (e molti sono convinti che durerà ancora parecchio) gli italiani si trovano sempre più in difficoltà… avrai letto persino dell’ondata di suicidi di imprenditori che vedono fallire le loro attività, persone senza più lavoro e gente che non riesce ad arrivare a fine mese o si trova strangolata dai debiti.

Il risulto è dal 2006 ad oggi i debiti sono schizzati in alto e i risparmi hanno messo a segno un vero e proprio tonfo.
Lo testimoniano ormai tutti, dall’Adusbef alla Banca d’Italia, all’ISTAT…

Avere i debiti è come una malattia che ci può impedire di vivere una vita normale e felice, prendendo il controllo su tutto ciò che facciamo.
La maggior parte della gente che si trova in questa situazione non sarebbe neppure capace di spiegare come ci è arrivata…
Comperare tutto ciò che possediamo con la carta di credito è diventato parte di una cultura.

Domanda finale

Ma non lasciare che siano più i debiti a controllare la tua vita, le soluzioni ci sono, basta conoscerle e soprattutto metterle in pratica. A breve scriverò un altro articolo per dare i primi consigli su come affrontare i debiti.

Nel frattempo, dimmi, qual è il tuo rapporto con il denaro? Hai già un buon controllo sulle tue spese?

*****
Autore
Filippo Bergamino
Dottore Commercialista

6 Commenti to “Il Valore del Risparmio”

  1. Stella Gattarello says : Rispondi

    E’ vero! Alcune persone, come si suol dire, hanno le mani bucate. Personalmente, credo che, per riuscire a risparmiare in modo più semplice e che non ci costi troppi sacrifici, occorre che coltiviamo dei sogni. Sapendo che per realizzarli occorre del denaro, saremo più propensi a risparmiare

  2. Mauro Arfiero says : Rispondi

    Il risparmio sta nella nostra capacità di valutare al meglio un bene e un servizio. Meglio spendere su beni tangibili e rivalutabili.

  3. Stefano_terenghi says : Rispondi

    Valuto attentamente dove spendo il denaro.Uso in tutte le situazioni l’intelligenza a me grata per valutare se sono spese necessarie e il denaro che risparmio lo suddivido con l’intelligenza in vestendolo e usandolo,per esempio sul conto corrente lascio il minimo per le spese fisse e le uscite certe che ho, il resto li suddivo per esempio in denaro per corsi di formazione, ferie, spese varie, investimenti come forex ed immobili, inb questa maniera ho sempre denaro…cosa ne pensate??considerando la vostra maggiore esperienza avete consigli da proporre??
    STEFANO TERENGHI, 26 ANNI

    • Classe Quattro says : Rispondi

      Ciao Stefano,

      Questa suddivisione che fai è ottima. Una parte per coprire le spese ci deve essere, una parte va in attivi e un’altra parte va per continuare a crescere e migliorare. Se continui così la tua condizione finanziaria sarà presto molto diversa… in senso positivo!

  4. cirus says : Rispondi

    Il risparmio si è perso soprattutto nei giovani che pagano a rate pure l’iphone. Si è avuto troppo e non si è ancora capito che certe cose sono futili.

  5. Andrea Montagano says : Rispondi

    voto 10 a questo articolo. Passo molto tempo a pensare a come aumentare le mie entrate, ma ho tralasciato spesso la parte del risparmio. Vi ringrazio

Lascia un Commento

TOP