Inserisci USERNAME o E-MAIL

Le 8 Regole per NON investire in azioni e obbligazioni

da / Pubblicato in Blog, Investimenti

Ci sono tante persone che fanno trading sulle azioni, tante persone che hanno investito in obbligazioni e azioni per il lungo periodo. Tanti hanno avuto anche dei successi. Molti di più hanno avuto delle perdite. Si può ancora guadagnare con questi strumenti ma i tempi sono cambiati rispetto a 20 anni fa. Al tempo questi due strumenti era tra i pochi facilmente accessibili dagli investitori medi. Ora non è più così. Ora le possibilità di far bene con questi strumenti si sono ridotte di molto.
Ecco perché.

1) Nessun Controllo sull’investimento

Quando si investe in strumenti finanziari il problema numero uno è la totale assenza di controllo sull’investimento. Sei totalmente nelle mani del “dio mercato” che deciderà se darti ragione o torto. Per ovviare a questo problema un trader o investitore può esercitare un forte controllo su se stesso in modo da avere una disciplina ferrea nell’applicazione della sua strategia. Tuttavia questo rimane sicuramente un punto a sfavore.

2) Manipolazione del mercato

I mercati come l’azionario o l’obbligazionario italiano sono relativamente piccoli e c’è poca liquidità. L’intervento di qualche grosso partecipante istituzionale del mercato potrebbe sconvolgere l’andamento dei prezzi. E’ difficile quindi applicare una strategia di investimento basata sull’analisi tecnica o fondamentale perché il mrecato può essere manipolato da pochi partecipanti del mercato. Le azioni e obbligazioni americano sono ovviamente già più liquide, ma niente a confronto di mercati come i futures sugli indici di borsa oppure il forex. Più un mercato è grande e meno è manipolabile.

3) Ritorno sull’investimento basso

Funziona così: tu presti soldi alla compagnia o allo stato, loro hanno quindi i soldi per fare i loro investimenti e ottenere investimenti alti, dando a te un ritorno basso per compensarti del fatto che gli hai prestato i soldi. In questo caso quindi, se è possibile fare investimenti più profittevoli (ma non certo più rischiosi) perché non impari a farli anche tu.

Oppure ci può essere il caso, molto più pericoloso, per cui tu presti i soldi e i tuoi soldi non vanno a finanziare investimenti redditizi ma con i tuoi soldi vanno a coprire altri debiti precedenti e poi con i nuovi sottoscrittori copriranno i debiti verso di te. (Schema Ponzi, ti dice qualcosa?). Investiresti in una situazione del genere?!

4) Nessuna Leva Finanziaria

La leva finanziaria è un concetto poco compreso. La approfondiremo molto, ma il concetto di base è questo: se non sai cos’è e come usarla, meglio che non la usi, può essere pericolosa. Se invece sai cos’è e come usarla è un’ottima possibilità per ampliare le tue possibilità.

Faccio spesso l’esempio di una Ferrari per fare capire il concetto: la leva in mano ad uno inesperto è come una Ferrari in mano ad un neo-patentato. Il rischio che si schianti è grosso. Una Ferrari in mano ad un pilota è uno strumento potentissimo.

5) Rischio di fallimento della società emittente

Nel caso delle obbligazioni di società private si rientra nella procedura fallimentare con tutte le difficoltà che ne conseguono. Il fatto che le compagnie falliscano non è un fatto così improbabile. Basti pensare ai fallimenti delle banche nel 2008…

Per i possessori di azioni poi la situazione è ancora peggiore in quanto sei a tutti gli effetti un socio (molto minoritario probabilmente) della società. Quindi prima di rivedere i soldi tu devono essere soddisfatti tutti i creditori della società. Quando si arriva ai soci solitamente non rimane molto…

6) Rischio di Default dello Stato

Visto che le società private sono a rischio di fallimento solitamente si considerano sicuri i titoli di stato perché le nazioni è difficile falliscano, no? Peccato che i default degli stati sono già successi e, soprattutto in questo momento in cui tutti gli stati occidentali hanno grossi problemi con il debito, la situazione non è rosea. In questo altro articolo abbiamo discusso sul fatto che i titoli di stato italiani siano sicuri o meno.

7) Correlazione dei mercati finanziari

Nell’era della globalizzazione tutti i mercati mondiali sono correlati. Quindi in tempi di crisi, tendono a farsi trascinare tutti verso il basso. Ecco perché è importante diversificare correttamente gli investimenti.

8 ) Investimenti in valuta e non in valore

Se lo scopo è quello di investire nel lungo periodo, investire in azioni e obbligazioni non è una buona idea per il semplice fatto che l’inflazione, sommata alla svalutazione, monetaria eroderà i guadagni e penalizzerà il capitale immobilizzato.
Forse investire in azioni nel lungo periodo aveva un senso nell’era del dopo guerra fino al 2000 quando c’è stato il boom espansionistico dei paesi occidentali. Ora, se si guarda un grafico azionario degli utlimi dieci anni dei maggiori indici mondiali, si noterà che sono tutti stazionari o in perdita.

Conclusioni

Come ha visto le Azioni e le Obbligazioni sono degli strumenti che offrono diversi svantaggi agli investitori, eppure sono comunemente molto usati perchè c’è poca cultura finanziaria. Se tu provi solo ad approfondire il discorso scoprirai che ci sono molte altre possibilità utilizzando strumenti finanziari più completi e che offrono più flessibilità come il Forex e le Opzioni.

Un commento to “Le 8 Regole per NON investire in azioni e obbligazioni”

  1. Russiabond says : Rispondi

    Queste sono opinioni dell’autore …non tutto quanto riportato è esatto …facciamo alcuni esempi : Il controllo sull’investimento sei tu che lo decidi , sei tu che entri a mercato o che esci dal mercato il timing è tutto …devi avere naso e devi sapre girarti al momento giusto …anche in loss se necessario questo lo apprendi solo con esperienza …i ritorni sugli investimenti sono alti basta scegliere il cavallo/i giusti …e danzare come danza il mercato …la leva c’è ed esite …le pricipali banche offrono leva sulle obbligazioni basta saperla usare …se hai 1 milione di euro puoi avere altrettanto cash da usare in operazioni a leva a tassi ridicoli …basta saper bussare alle porte giuste …un imprenditore può non trovare chi lo finanzia ma a leva con obbligazioni trovi quanto cash vuoi …i rischi di fallimento sia di società private che di stati sono la tua morte o la tua ricchezza …compri paura e vendi euforia …basta saper adeguarsi agli eventi ..chi ha acquistato obbligazioni Grecia post swap a maggio 2012 ha fatto in pochi mesi il più grande gain su obbligazioni degli ultimi anni da 11/100 a 40/100 oltre il 350% …basta saper danzare tra la pioggia …uscire in stop …switchiare al momento giusto …certo non si puo pretendere di comprare e dormirci sopra…devi aggredire o sarai aggredito …la legge della giungla …

    Ad ognuno il suo , ognuno trova quello che cerca basta sapersi prendere le proprie responsabilità…

    Russiabond

Lascia un Commento

TOP