Inserisci USERNAME o E-MAIL

Quali sono gli Investimenti Migliori?

Abbiamo parlato ultimamente dei titoli di Stato Italiani e discusso sul fatto che i titoli siano sicuri o rischiosi. Certo è che Obbligazioni e Azioni sono tra gli strumenti finanziari più usati dagli italiani. Come già affermato questi sono gli investimenti più comuni, non certo i più sensati.

Non è un segreto che consideriamo altri tipi di investimento molto migliori, non è un caso che facciamo e insegnamo investimenti nelle quattro classi in forex, immobili, oro e diamanti e business che è una categoria un po’ a sè, però è sempre considerato come un investimento. Ci piacerebbe anche inserire le opzioni tra questi strumenti perché hanno tutte le carte in regola per essere inserite tra gli strumenti migliori e stiamo lavorando per farlo.

Perché consideriamo questi strumenti i migliori?
Perchè, quando vengono valutati con i criteri per valutare un investimento, ottengono dei “punteggi” molto più alti.

Criteri per valutare gli Investimenti:

1) Investimento iniziale richiesto
2) Rischio Massimo
3) Guadagno Potenzialevalutare
4) Tempo per avere un ritorno sul mio invstimento
5) Tempo impiegato per seguire l’affare
6) Obiettivo
7) Mission
8 ) Controllo
9) Leva/Debito
10) Strategie di Entrata
11) Strategie di Uscita

Questi sono i parametri che utilizziamo e che spieghiamo in maniera approfondita soprattutto nei nostri corsi di educazione finanziaria.

In questo articolo mi premeva mettere l’attenzione sul perché non consideriamo gli investimenti in BOT, BTP, azioni e simili degli investimenti sensati.

Analisi criteri per i Titoli di Stato:

1) Richiedono un alto investimento iniziale.
Per guadagnare qualcosa devo investire di tasca mia discrete somme.
2) Non sempre è possibile stabilire a priori il rischio massimo. Posso fare delle stime certo, ma in caso di fallimento della compagnia o di uno stato, rischio di perdere tutto.
3) Il guadagno potenziale è basso, i rendimenti sono praticamente sempre sotto il 10%, anche nel migliore dei casi.
4) Ci vogliono anni per ottenere un ritorno sul mio investimento.
5) Il tempo impiegato è forse l’unica nota positiva perché è necessario poco tempo (e competenza) per investire
6) L’obiettivo dell’investimento è un misto tra la protezione del capitale e un guadagno minimo. E’ un ibrido senza gloria.
7) La mission non è tanto applicabile qui, comunque in sostanza stai prestando soldi allo stato.
8 ) Non c’è nessun controllo sull’investimento. Se i mercati crollano, crolla anche il tuo investimento e non ci puoi fare nulla
9) Non hai la possibilità di usare la leva per espandere i tuoi investimenti
10) La maggior parte delle persone investe quando ha qualche capitale ha disposizione che non sa dove mettere senza nessuna strategia di entrata
11) Non parliamo poi delle strategie di uscita che di solito sono due: o chiudono in perdita oppure mantengono la poisizione all’infinito (o a scadenza)

Sei in grado di valutare i tuoi investimenti?

Quindi per valutare gli investimenti si usano questi criteri, non quello che c’è scritto sul prospetto illustrativo di qualche investimento bancario oppure il consiglio di qualche analista.
Sei in grado di valutare secondo questi parametri gli investimenti che fai?
No?
Allora ti serve maggior educazione finanziaria se non vuoi sperperare i soldi che hai fatto tanta fatica a guadagnare.
Sì?
Allora controlla che tu stia investendo negli strumenti giusti…

Un commento to “Quali sono gli Investimenti Migliori?”

  1. Marco says : Rispondi

    Scegliere dove investire,è molto importante,bisogna affidarsi a consulenti esperti secondo me

Lascia un Commento

TOP